Come Scegliere lo smalto giusto?

Smalto: tutti i consigli per non sbagliare

Colorato o trasparente, rosso, glitterato: come scegliere lo smalto più adatto a noi?
Non esiste “lo” smalto ideale: ognuna ha le sue caratteristiche fisiche, il suo stile di abbigliamento… senza contare che un’uscita con le amiche è una situazione ben diversa da un colloquio di lavoro o una cena importante.
Se vuoi che lo smalto diventi un alleato del tuo look, scopri gli abbinamenti ideali di colori ed effetti, e soprattutto gli errori da evitare!

Colori chiari o scuri?

Intramontabile rosso: emblema della femminilità, adatto a coloro che vogliono esprimere eleganza e sensualità. Ideale per le serate romantiche, ma non troppo formali; perfetto con un look total black.
Colori scuri (dai marroni ai viola): trendy, valorizzano le mani soprattutto in occasioni informali e di divertimento. Si porta bene su unghie corte, preferibilmente quadrate; da abbinare a un abbigliamento scuro (tranne il nero!) o a colori molto tenui.
Colori chiari (bianco, neutro, rosa pallido, beige): danno un senso immediato di cura, raffinatezza e discrezione. Indicati in qualunque stagione, sono la scelta migliore per tutto ciò che ha che fare con il lavoro.

Dimmi che carnagione hai…

Per chi ha la pelle chiara via libera con i toni pastello non troppo spenti e il rosso; le più audaci possono osare con contrasti più accesi come il nero e il bordeaux scuro o nuance fredde come blu, azzurro e viola.
Se hai la pelle scura/olivastra opta per tinte calde come rosso, bronzo, arancio e tutte le tonalità del marrone; di grande effetto le tonalità accese come il giallo, l’azzurro e il rosa molto intenso.

Ad ogni mano il suo

Dita piccole e unghie strette: scegli colori tenui e vibranti, es. una texture perlata, i rossi e i rosa, che aiutano ad allargare; consigliata la french, che visivamente ingrandisce.
Dita lunghe e affusolate: meglio le tonalità scure e vivaci, e gli smalti laccati; le unghie corte vi donano particolarmente, se le volete più lunghe meglio una forma quadrata.
Mani tozze e unghie larghe: ottimi il rosso e i colori scuri (il nero snellisce!), da applicare solo nella parte centrale dell’unghia; opta per una lunghezza medio-lunga con forma leggermente arrotondata o a punta.

E la finitura?

Il glitter illumina lo stile, perfetto in estate con un po’ di abbronzatura, ma va indossato con parsimonia!
I mat vanno benissimo nella vita di tutti i giorni: per un effetto sobrio, discreto e naturale.
Il lucido rende il tuo look più sofisticato, regalando un tocco di raffinatezza e iper-femminilità.

Ricostruzione: Gel o Acrilico?

Differenze e vantaggi per imparare a scegliere

Siete indecise su quale tecnica scegliere per la ricostruzione delle vostre unghie?
Ecco una mini-guida per capire cosa sono, a chi sono adatte, differenze e vantaggi di ciascuna.
In realtà infatti non esiste una tecnica “migliore” in assoluto: si tratta di prodotti molto simili, e la scelta dovrebbe essere dettata fondamentalmente dal tipo di unghie su cui si effettua la ricostruzione e dal risultato finale che si vuole ottenere.
In ogni caso, la regola fondamentale è scegliere professionisti seri e qualificati.

Ricostruzione in gel

  • Il gel viene steso sull’unghia (alcuni direttamente sull’unghia naturale, altri sull’allungamento eseguito con tip e cartine) e indurito mediante l’esposizione a raggi UV.
  • Più veloce e semplice da applicare e modellare: si ha il controllo della forma fino a quando non viene catalizzato in lampada.
  • Il prodotto è già pronto all’utilizzo e non richiede manualità nel dosaggio
  • Consente di creare unghie morbide e flessibili, più leggere e confortevoli da “portare”.
  • Penetra anche negli avvallamenti delle unghie rendendole resistenti e compatte
  • È inodore.

Adatta non solo a chi desidera abbellire le sue unghie naturali ma anche a chi ha unghie flessibili, sottili ed elastiche che tendono a sfaldarsi.

Linea GEL: approfondisci


Ricostruzione in acrilico

  • La combinazione di una polvere acrilica e un liquido, il monomero, genera una reazione chimica che permette di ottenere una sostanza modellabile, applicata sull’unghia naturale.
  • Ha maggiore resistenza e durata.
  • Dà una forma più naturale all’unghia perchè non si adatta alla sua forma ma viene modellato e scolpito direttamente.
  • I ritocchi si effettuano solo sulla ricrescita: non occorre limare tutte le unghie.
  • Non richiede polimerizzazione con lampade UV: l’asciugatura è “all’aria”, più rapida e naturale

Adatta particolarmente a chi soffre di onicofagia, ha unghie piatte o danneggiate, lavora molto con le mani, suona la chitarra.

Linea ACRILICO: approfondisci

Top